The Owl Pages

\

owllogo

The Daily Owl
Italian Journal of Psychology and Internet
Psicologia Online

WebPsych Partnership Member

ARCHIVIO

nelle pagine dell'archivio si ritrova la storia di
Italian Journal of Psychology and Internet - Psicologia Online
ma anche la storia della psicologia italiana e mondiale in rete
dal 1996 al 2000
(i link alle pagine web o alle immagini possono risultare datati e dunque errati)


Watch live streaming video from artemente at livestream.com

giovedì 24 maggio 2007

PsicoDermatologia e PsicoOncologia, un progetto e un convegno

Progetto MinDer in PsicoDermatologia

Il Pensiero Scientifico Editore

http://it.news.yahoo.com

La notizia . La psoriasi ogni anno costa alla collettività 39 milioni di euro: al via il Progetto MinDer in PsicoDermatologia per contribuire a ridurre i costi economici e sociali della malattia.

Il progetto. Presentato a Roma il Progetto MinDer, un progetto formativo in psicodermatologia rivolto ai dermatologi di tutta Italia con l’obiettivo di fornire gli strumenti necessari a un corretto e completo approccio - anche psicologico - al paziente psoriasico. Il progetto, che partirà operativamente a settembre 2007 in 21 centri Psocare e andrà avanti per tutto il 2008, risponde alla necessità manifestata da medici e pazienti di comprendere meglio la psoriasi e in particolare le necessità delle persone affette da questa patologia, che ha notevoli implicazioni sociali e psicologiche nella vita quotidiana. Ogni anno il SSN italiano spende quasi 39 milioni di euro per il ricovero dei pazienti affetti da psoriasi, si rende tuttavia spesso necessaria una continua ed estenuante ricerca da parte del paziente guidata anche dal senso di insicurezza che la malattia dà, aspetto sottovalutato dai medici. Tutto questo però riflette un aumento dei costi economici sostenuti ed un senso di insoddisfazione del paziente a cui sembra di non trovare una soluzione definitiva ai propri problemi. Il progetto MinDer è realizzato con il patrocinio di SIDeMaST (Società Italiana di Dermatologia medica, chirurgica, estetica e di Malattie Sessualmente Trasmesse), A.D.O.I. (Associazione Dermatologi Ospedalieri Italiani), S.I.D.E.P. (Società Italiana di Dermatologia Psicosomatica) in collaborazione con ADIPSO (Associazione per la difesa degli psoriasici) e con il contributo educazionale di Wyeth. I bisogni di pazienti e dermatologi sono emersi nell’indagine “La psoriasi: percezioni a confronto medico/paziente” curata dalla Facoltà di Economia dell’Università La Sapienza di Roma ed eseguita da psicologi, i cui risultati sono stati presentati in occasione dell’incontro odierno. In particolare, le difficoltà nella gestione del paziente psoriasico e nel creare un’alleanza con esso risultano essere un ostacolo che i medici incontrano quando nel loro studio entra un paziente con psoriasi. La ricerca ha evidenziato la necessità dei medici di un maggiore coinvolgimento dei pazienti e delle loro associazioni, nonché il bisogno di formazione sull’impatto emotivo della patologia.
“Il dermatologo deve essere un alleato del paziente nella cura della psoriasi, deve ascoltare l’esperienza di vita che il malato porta nel suo studio e andare al di là della sola diagnosi”, ha dichiarato presentando il progetto MinDer Alberto Giannetti, Professore ordinario e Direttore della Clinica Dermatologica dell’Università di Modena e Reggio Emilia. “Il progetto MinDer nasce con un obiettivo importante: fornire ai dermatologi gli strumenti per comprendere l’impatto emotivo della patologia, migliorando così la relazione con i pazienti che lamentano spesso il poco coinvolgimento dei medici che li seguono nella terapia”.

Bibliografia. Ufficio stampa Wyeth 2007.



L'evento . Si svolgerà a Milano mercoledì 30 Maggio 2007, presso l'Aula Magna della Fondazione IRCCS Istituto Nazionale Tumori in Via Venezian 1, il Convegno Nazionale "La riabilitazione oncologica: impulso organizzativo". Responsabili scientifici del Convegno Marco Alessandro Pierotti e Franco De Conno.

Il programma. Dall’oncologia della tecnologia all’oncologia della persona. Da un’oncologia frammentata in diverse specificità e responsabilità a un’oncologia di percorso che segue le tappe della malattia dalla diagnosi e terapia, alla riabilitazione, alle cure palliative, dal centro di cura alla società.

Nessun commento: